Santuario della Madonna delle Lacrime – Ponte Nossa

La chiesa parrocchiale dell’Annunciazione di Maria, edificata nel 1462 ed in seguito ristrutturata, luogo di pellegrinaggio ed oggetto di grande venerazione popolare, in seguito al miracolo della lacrimazione della Madonna, avvenuta il 2 giugno 1511. L’avvenimento è documentato da un atto notarile del tempo.

Sulla parete della chiesa di S. Maria in Campolungo, accanto alla porta d’ingresso e poco elevata da terra, è dipinta fin dal 1400 la Crocifissione di Gesù. Presso la croce di Cristo morente, Maria, con le mani incrociate sul petto, ritta come una statua, rivolge lo sguardo non al Figlio, ma al fedele che la contempla. Alla sinistra del Cristo, S. Giovanni è in preghiera con le mani giunte.

Un Atto notarile con la testimonianza

Nel pomeriggio del 2 giugno 1511, alcune fanciulle pascolano il loro gregge presso la cappella, chiamata dei Sette Fratelli Martiri, intrattenendosi in giochi. Ad un certo momento, una di loro solleva gli occhi verso l’immagine e vede che il volto della Madonna cambia colore, da pallido a rubicondo e quasi nerastro. Osservando più attentamente, nota che le pupille della Vergine si aprono e si chiudono e che dall’occhio sinistro esce sangue in abbondanza.

Poiché l’immagine non è molto alta, la ragazza si avvicina, e con il grembiule terge quelle lacrime sanguigne, anche per assicurarsi se siano reali o soltanto apparenti; il grembiule ne rimane macchiato. Piena di meraviglia, lei rimane estasiata ed ecco una voce soave le dice: «Ai primi che passeranno da questa via, farai osservare questa mia Apparizione, e dirai che te l’ha detto la Beata Vergine, la quale ordina che qui sia fabbricata una chiesa a suo onore, dove farà molte grazie». All’incertezza della ragazza che chiede «Mi crederanno?», la voce risponde «Mostra il grembiule tinto di lacrime»!

La lacrimazione continua a lungo, così che i passanti ne sono testimoni. La gente accorre per constatare di persona il prodigio. Tra i tanti, giunge anche un uomo a cavallo, in lacrime, tenendo le briglie tutto tremante, mentre il cavallo, indocile al freno, sta per scappare a rompicollo. Gli astanti lo fermano, aiutano il cavaliere a scendere e lo conducono davanti alla sacra immagine. I documentiriferiscono che quell’uomo, incredulo, diventa improvvisamente cieco, ma pentitosi riacquista la vista. Le testimonianze oculari dei fedeli sono redatte in un documento da pubblico notaio e presentate dal parroco don Gerolamo Donati al Vicario generale del Vescovo di Bergamo.

Una Devozione che continua nel tempo

Le lacrime della Madonna sono interpretate dai fedeli come segno del dolore di una mamma per le discordie dei propri figli. Primo risultato, quindi, della devozione degli abitanti della Valle Seriana è quello di superare i passati rancori e le lotte intestine. Come segno di pace e concordia, i ruderi di antichi palazzi e di torri minacciose sono usati per iniziare la costruzione del nuovo Santuario. Purtroppo, le difficoltà dei tempi e la povertà della popolazione rallentano i lavori e la nuova chiesa può essere inaugurata soltanto verso il 1569.

La devozione popolare per la Madonna delle lacrime però non si è mai affievolita ed ancora oggi è cara alla gente del Bergamasco che la vive con simpatiche tradizioni. Durante il mese di aprile si abbatte un abete, preso dai boschi circostanti, lo si addobba e viene benedetto. Il 1º maggio è portato a braccio sulla cima del Pizzo Guazza e lo si pone a fianco della statua della Madonna. La sera del 1º giugno è bruciato, mentre il paese si prepara alla festa per “l’Apparizione della Madonna delle Lacrime”, tra canti, balli e spettacoli pirotecnici.

Tra le tradizioni popolari della Valle Seriana in onore della Madonna delle Lacrime, c’è quella di tagliare un abete, benedirlo e portarlo a braccio sulla cima del Pizzo Guazza.

La festa del Mazzo 1982 – Ponte Nossa

Scrivi la tua recensione:

Per visitare il Santuario contattare la Parocchia di 

S.maria Annunciata  VIA SANTUARIO, 25 24028 Ponte Nossa

Tel. 035/704.271

Scrivi la tua recensione:

Pubblicato in Chiese Ponte Nossa, Chiese Valle Seriana, ITINERARI BERGAMO, LUOGHI DI CULTO BERGAMO, Ponte Nossa Cosa Visitare, PROVINCIA BERGAMO, SANTUARI BERGAMO, Santuari Valle Seriana, VALLE SERIANA Cosa Visitare e ZONA ITINERARI BERGAMO