Monte Redondo – Gromo

Monte Redondo, balcone panoramico sull’alta Val Bondione.
Il Monte Redondo ben visibile dal fondovalle della Val Bondione, che si erge un po’ dirupato tra Ardesio e Gromo , si presenta in quota come un ondulato terrazzo panoramicissimo con vista sull’alta Val Bondione e le cime orobiche dell’alta Val Seriana dal Pradella al Pizzo del Diavolo al Redorta e le vicine dirimpettaie Vodala, Timogno, Benfit. Una sella lo collega al concatenato Monte Corru (1818 m).

PERCORSO
Difficoltà a livello escursionistico (attenzione sul tratto di ripida discesa in cresta dalla cima del Redondo alla sottostante-Croce Madonnina, specie in presenza di neve); dislivello 600 m circa; 3.30 intero percorso.

Monte Redondo Gromo Bergamo

 Percorso ad anello:
SALITA (2 h)
Spiazzi di Gromo (1190 m) > Baita Pagherolo (1487 m) – Rif. Vodala (1635 m) sul sentiero 312 > Stazione arrivo Pista Nera ‘Orsini’ > Monte Redondo (1799 m)
DISCESA (1,30 h)
Monte Redondo > Stazione arrivo Pista Testa > Baita Alpini Spiazzoli > Baita Pagherolo > Spiazzi di Gromo

HOME PAESE Gromo ARTICOLI Gromo ITINERARI Gromo EVENTI  Gromo NEGOZI Gromo MANGIARE Gromo DORMIRE  Gromo LOCALI Gromo SERVIZI Gromo AZIENDE Gromo CASE Gromo SCUOLE Gromo ASSOCIAZIONI Gromo ARTISTI Gromo WEB CAM Gromo VIDEO Gromo

Scrivi la tua recensione:

Partenza dagli Spiazzi per la cima del monte Redondo

Tempo di percorrenza: 4/5 h. A/R

Partenza: Spiazzi di Gromo, 1200 metri

Arrivo: Cima del Redondo, 1799 metri

Attrezzatura: Media montagna

Dislivello: 599 metri

Difficoltà: Nessuna

Note: Gita sconsigliata in inverno e nel tardo autunno per il ghiaccio che si forma lungo

le vallette che si devono attraversare.

Acqua da bere a Spiazzi e in Vodala, quando è aperto il rifugio.

La cima del monte Redondo (Cornalta, in dialetto locale) si proietta come un gran terrazzo che domina l’Alta Valle Seriana. La gita proposta segue, nella prima parte e fino in Vodala, l’itinerario n. 4 (quando è in funzione la seggiovia la si può utilizzare portandosi al rifugio Vodala e accorciando di parecchio la camminata). Qui giunti si volge verso sud, transitando dinnanzi a due baite per diverse tracce parallele di sentiero, che in breve si riuniscono in un’ampia mulattiera. Si supera qualche valletta, si passa a monte della seggiovia di servizio della pista Orsini e si giunge quindi ad un recinto (bàrèch) di pietre, utilizzato per la custodia del bestiame al pascolo. Da qui, in 15 minuti, si raggiunge la cima del Redondo da dove si gode di uno spettacolare colpo d’occhio sull’Alta Valle Seriana mentre, verso Sud, nelle giornate limpide lo sguardo si spinge fino all’Appennino. Poco sotto la cima, verso Est, si apre l’imbocco di un’antica miniera, da tempo dismessa, di “Limonite”, minerale da cui si estrae il ferro. Il comune di Ardesio, nel cui territorio è sito l’imbocco della miniera, intende valorizzarla a scopi turistico – culturali. Sul versante Ovest della montagna, con salita da Spiazzi lungo un ripido sentiero, si apre l’imbocco di una grotta carsica tra le più interessanti della Lombardia. È denominata “Büs di Tacoi”, è ricca di stalattiti e stalagmiti e penetra, con salti e grandi saloni, all’interno della montagna per 270 metri. Alla fine dei due cunicoli principali, percorribili solo se si è opportunamente attrezzati, due laghetti: il Lago Verde e il Lago Blu.

Sentiero 312: Piazzolo (Ardesio) – Spiazzi Boario
Partenza da Piazzolo di Ardesio

Ave (1098m), Vodala (1582) e Cima Vodala (2099m)

Lasciate l’auto nei parcheggi prima dell’abitato di Piazzolo (sono di fronte ad una serie di box, non potete sbagliare).

Per i più sportivi si consiglia di partire direttamente a piedi da Ardesio. La frazione di Piazzolo si raggiunge in soli 20 minuti a piedi.

Dal parcheggio prendete la strada sterrata che trovate di fronte. Dopo una prima salita vi ritroverete immersi un una stretta valle con un torrente.

Continuando si arriva alla frazione di Ave (1098m). Nell’attraversare l’abitato pensate che non più di 50 anni fa era un centro abitato con tutti i servizi, scuole elementari incluse. Oggi è pressochè disabitato e le baite sono utilizzate dai proprietari per qualche breve soggiorno nell’isolamento e nella quiete che questa piccola valle laterale ha conservato negli anni. Non sono presenti punti di ristoro nella frazione.

Poco prima di arrivare all’abitato trovate un bivio che vi permette di arrivare a Vodala (1582m) che è il punto di arrivo degli impianti di risalita di Gromo Spiazzi. Lì trovate appunto il rifugio vodala, ideale per una sosta od un piatto caldo.

Da qui è possibile raggiungere due facili vette. La cima del monte Redondo (1799m) e la cima Vodala (2099m). Se non si ha sufficiente allenamento (da Ardesio a cima Vodala sono ben 1500 m di dislivello) si possono sfruttare gli impianti di risalita di Gromo spiazzi che portano direttamente al rifugio senza sforzo.

MONTE REDONDO 1799 mt

PARTENZA  Spiazzi di Gromo 1200 mt Parcheggiata l’auto agli Spiazzi di Gromo si costeggiano le piste per raggiungere il rifugio Vodala a 1750 mt. Poco prima di arrivare al rifugio si segue per l’arrivo della pista Nera “Orsini” dove incontriamo l’unica indicazione all’arrivo della seggiovia per il monte Redondo. Da qui inizia il vero e propio sentiero di montagna abbandonato da sciatori e quant’altro. Si costeggia sotto il monte Corru fino a raggiungere un colletto con residuo di qualche baita , si prosegue a destra per un ampio vallone fin sopra  un grosso dosso dove già è possibile vedere la cima con la sua croce leggermente più in basso. Si sale ancora sulla sua dolce cresta fino alla sommità nessun omino in cima. Per la croce bisogna scendere sulla parte opposta verso ovest. Il ritorno per la medesima via di salita.Sipotrebbe poi concatenare il monte Corru con qualche difficoltà in più. Dal colletto lungo la sottile cresta fino alla sua massima elevazione 1818 mt. Il ritorno dal medesimo sentiero di salita.
DISLIVELLO SALITA   599 mt
DISTANZA SALITA   4 km 
TEMPO SALITA  2 h 
SEGANVIA CAI 312
DIFFICOLTA’  EM – Escursionismo medio
ATTREZZATURA  Ciaspole e Ramponi

 

Scrivi la tua recensione:

Pubblicato in Ardesio cosa visitare, Escursioni Valle Seriana, Gromo Cosa Visitare, ITINERARI BERGAMO, Montagne Ardesio, Montagne Gromo, Monti Valle Seriana, NATURA BERGAMO, PIZZI BERGAMO, PROVINCIA BERGAMO, VALLE SERIANA Cosa Visitare e ZONA ITINERARI BERGAMO